sabato 6 febbraio 2010

No alla droga

Volti emaciati ed anemici, sguardi tra il perso, l'inquieto e l'inquietante, su fondo da ospedale psichiatrico. Questo succede se si commissiona ai ragazzi di San Patrignano la propria campagna elettorale.


4 commenti:

Anonimo ha detto...

...da almeno un paio di settimane (toh, magari un paio di giorni di meno) i dintorni di casa mia sono stati "abbelliti" da enormi manifestoni che mostrano fieramente quelle orribili facciazze da - sorry - sub-umani. Mi spiace essere così cattivo, ma il livello che abbiamo raggiunto è largamente superiore alla "soglia di rigetto" (nel senso di vomito). Questa "pubblicità" è, a mio parere, semplicemente voltastomachevole.
Ma ora capisco.
Ora tutto mi è più chiaro.

Stefano Cicetti ha detto...

I manifesti elettorali del PD sono riuscitissimi: mostrano disordine, facce sepolcrali, messaggi caotici e scarsa conoscenza dei fondamentali della comunicazione.

Ai miei occhi il PD, ora, è esattamente così.

Anonimo ha detto...

Guarda la prima "ragazza": nota l'incredibile asimmetria fra il lato Sx e quello Dx del suo volto.
Si, ok: lo so, in un volto umano la simmetria perfetta non esiste però una asimmetria tale, cazpita, è curiosa!.
E' bizzarra.
Forse, più che sepolcrale, direi criptica...eheheheheheheh...

Stefano Cicetti ha detto...

E' verissimo, la parte destra del viso e' un buon 40% piu' grande della sinistra. A questo punto sono piu' divertenti i ritocchi photoshop del Cav rispetto ai mostri (dal latino monstrum, prodigio) del PD.